ARGILLA: PROPRIETA’ E TIPOLOGIE

Email Newsletter

Iscriviti alla mia newsletter mensile via e-mail per rimanere aggiornato con le ultime notizie, articoli e storie di ioViola:

L’argilla ha una grande funzionalità sulla cute rendendo possibili gli scambi tra interno ed esterno: cede le sue sostanze attive assorbendo le tossine rilasciate dalla pelle.

Ha un pH neutro ed è assolutamente sterile e la sua elevata proprietà emulsionante le permette di legarsi sia all’acqua ma anche agli oli.

Oltre ad essere remineralizzante sulla pelle, rimuovere le cellule morte e riequilibrare la produzione di sebo, l’argilla possiede anche altre proprietà:

Assorbente: permette di attrarre fuori dal corpo molecole e microrganismi indesiderati grazie ai sui ioni che promuovono gli scambi intracellulari.

Stimolante, cicatrizzante e tonificante: grazie ai suoi oligoelementi riequilibra, stimola e rigenera i tessuti

Antisettica e battericida eliminando agenti patogeni

Depurativa: ha una forte azione drenante e detossinante

Lenitiva: riduce l’infiammazione e il dolore

Coprente: forma un film sulla superficie cutanea. Questo è molto utile nell’uso degli oli essenziali evitandone l’evaporazione e permettendo un facile assorbimento per l’effetto occlusivo.

Ma da cosa è composta l’argilla? Leggilo qui sull’articolo precedente

TIPOLOGIE DI ARGILLA E LORO PROPRIETA’

In base allo stato di ossidazione del ferro al suo interno, l’argilla può apparire verde, rossa, bianca o addirittura blu.

Tra le argille meno conosciute troviamo l’argilla blu, nota anche con il nome di rapan. E’ una tipologia di argilla che contiene un ferro molto antico ed è estratta in Siberia. Ha proprietà estremamente purificanti per la pelle. E’ inoltre indicata in caso di muscoli dolenti e dolori articolari.

La più comune è l’argilla verde indicata per i trattamenti sul corpo. Appartiene all’elemento fuoco per il suo alto contenuto di calcio e per questo è una tipologia di argilla molto attiva (più di quella bianca), drenante, detossinante, ottima per gli impacchi. Spesso si trova in commercio l’argilla verde ventilata: chiamata così perché la sua polvere è resa ancora più impalpabile grazie all’ausilio di un ventilatore che separa maggiormente i grani grossi da quelli più fini.

L’argilla rossa assume questo colore per la ricca presenza di composti di ferro trivalente e la scarsità di alluminio. Viene utilizzata in caso di pelli estremamente sensibili e ha una buona azione antinfiammatoria. Come quella blu, è molto utile in caso di dolori articolari.

La millenaria argilla Ghassoul è un’argilla saponifera marocchina perfetta sia per la pelle che per i capelli. Assorbe in modo delicato il sebo in eccesso, rigenera la pelle ed elimina le cellule morte senza aggredire e mantenendo il suo naturale film oleoso.

L’argilla gialla, o argilla illite, è particolarmente ricca di rame. Tra le sue proprietà annoveriamo quelle tonificanti, liscianti e ha un grande potere rinfrescante. Utilissima per impacchi distensivi e rilassanti soprattutto alle gambe

Infine, l’argilla bianca è ricca di silicio e alluminio. Adatta per le maschere viso grazie alla sua granulometria e plasticità. È l’argilla ottima per preparare detergenti, talchi, deodoranti e dentifrici e ha un’azione purificante ed astringente che la rendono un’ottima alleata contro acne, impurità della pelle ed eruzioni cutanee.

Quale argilla utilizzerai per le tue preparazioni?

Leggi qui gli usi, le preparazioni e le ricette con l’argilla

Leggi qui qual è il simbolismo dell’argilla