Come affrontare il rientro sul lavoro dopo le vacanze.

Come affrontare il rientro sul lavoro dopo le vacanze.

Può sembrare un titolo “agricolo”, terra terra e troppo semplice. Eppure la sindrome del lunedì colpisce tutti soprattutto quando il nostro lavoro non ci rispecchia più e quando non riusciamo a trarne più stimoli.

Si può definire “sindrome del lunedì” ogni giorno di lavoro che arriva dopo un qualunque periodo di riposo e di stacco dalla nostra professione. E se a volte, per accusarne, basta un solo giorno di riposo, figuriamoci dopo le classiche vacanze estive.

Ansia da rientro sul posto di lavoro, insonnia, pensieri sempre uguali e circolari, frustazione. Sono aluni degli elementi che definiscono questa condizione ma, certo è, che di questa condizione ne siamo pienamente responsabili. A partire dalla qualità dei nostri pensieri.

Infatti, se già negli ultimi giorni di ferie, iniziamo a fare il countdown di quanto manca prima di rientrare sul posto di lavoro, oltre ad alimentare l’ansia che salirà poco a poco, ci rovineremo persino i pochi giorni di vacanza che ci siamo ritagliati sabotandoci autonomamente.

CONSIGLIO NUMERO UNO, dunque, definire la qualità dei nostri pensieri aiutandoti con frasi programmatiche positive: sostituisci “sono stanc* già prima di cominciare” con “mi dedico a ciò che sto facendo ora e adesso”. Sostituisci “Aiuto! Domani è lunedì mattina” con “apprezzo e vivo a pieno questo momento”. Perchè stare male per qualcosa che in quel momento, nel tuo presente, non esiste ancora?

CONSIGLIO NUMERO DUE: quando arrivano pensieri negativi, fai tre respiri profondi e consapevoli. Durante l’inspirazione, ripeti nella tua mente la frase programmatica positiva. “Tirala dentro”, in profondità, immaginandola nell’aria che stai respirando e, lettera per lettera, scivolarti dentro fino a raggiungere la punta dei tuoi piedi e le punte dei tuoi capelli. Quando espiri, “butta fuori” il pensiero negativo immaginando di espellere aria sporca e sgradevole gettandolo via.

CONSIGLIO NUMERO TRE: un mese prima di iniziare una vacanza, fare una seduta di riflessologia plantare alla settimana per mettere in moto energia, riattivare i canali energetici e scaricare più stress possibile. Fare poi una consulenza floriterapica dei Fiori di Bach da prendere durante le ferie.

CONSIGLIO NUMERO QUATTRO (che dovrebbe essere il primo): darti risposte sincere a domande difficili. Spesso siamo incastrati in una situazione critica ma per pigrizia preferiamo rimanere al buio, nel lamento e nello sfinimento, piuttosto che rimetterci in gioco. E’ più facile lamentarci che agire. Il lavoro che hai è la tua unica possibilità? L’atteggiamento che porti sul lavoro, è l’unico, tra i tanti, che puoi scegliere? Il rapporto con il tuo capo o con i tuoi colleghi non può essere modificato? Oltre al lavoro, coltivo interessi e passioni?

Spero che il mio messaggio in foto ti piaccia.

Ti voglio bene.

ioViola

About Author