Giorno 4 #olistichallenge

Giorno 4 #olistichallenge

Ragazzi, oggi è stata dura. Durissima. La tentazione di rimandare la sveglia era abbracciata a me nel letto. Sto imparando che l’importante è ALZARSI.

Una volta messo il piede destro a terra tutto il resto viene da sé. Oggi è il 4 luglio e, coincidenza vuole, che l’Indipendence Day (U.S.A) coincida con il Santo Patrono di Piacenza . Buffo, eh? Quindi, alle ore 6.00, correndo tra le bancarelle, ero tra i primi ad avere avuto una preview della tradizionale fiera.

Mentre correvo, perchè ora la corsa prevale sulla camminata veloce, pensavo che la decisione di alzarmi presto e fare un pò di movimento mi ha regalato la possibilità di correre tra i banchi colorati, pieni di amache appese, bijoux etnici bellissimi, bancarelle di artigiani del legno e stand gastronomici locali. Se non fossi andata a correre, di certo, non sarei andata sulla fiera con questo caldo oggi pomeriggio dopo una lunga e stancante giornata di lavoro.

Annoto nuovamente il mal di stomaco intorno alle 13.00. Scriverò un articolo a parte.

La spazzolatura, questa volta, l’ho fatta al mattino dopo la corsa e la doccia per testare la differenza tra mattino e sera. Personalmente, preferisco la sera prima dormire: come se riuscissi a dare un’ultima sferzata alla circolazione delle gambe prima di lunghe ore di riposo notturno. Bisogna ammettere però che le spazzolature mattutine ti regalano un’energia molto Yang da poter spendere per iniziare la giornata con grinta.

Concludo il 4 Giorno #olistichallenge con una gustosissima cena vegana in ottima compagnia: l’importanza di nutrire le relazioni, lo spirito, lo scambio, la comunicazione e la convivialità, è fondamentale per mantenere o riportare in equilibrio l’asse emotiva e spirituale.

Ritagliati un aperitivo con un’amica, una cena romantica con la persona che ami, una serata divertente tra amici senza paranoie su cosa mangiare o cosa bere: nutriti di compagnia e di relazione.

Buonanotte con amore,

Viola

About Author