Single Blog

La Gioia: organi ed emozioni in Medicina Cinese

Dopo aver parlato della rabbia (clicca qui) e della tristezza (clicca qui), oggi è il turno della Gioia. Ovviamente parliamo di questa emozione in una situazione di disequilibrio, dunque, di una iper stimolazione, di euforia, di eccessiva eccitazione e bramosia.

Questo stato emotivo di “sovrastimolazione”, per la medicina tradizionale cinese, colpisce l’organo Cuore.  Le principali manifestazioni che colpiscono il Cuore disequilibrato da questa emozione, sono palpitazioni, ipereccitabilità, insonnia, irrequietezza e logorrea. Anche la gioia improvvisa può affliggere l’organo Cuore: simile ad uno shock, pensate alla situazione piuttosto frequente in cui, dopo aver ricevuto una notizia inaspettata, arriva un attacco di emicrania scatenato per l’appunto dall’eccitazione improvvisa nell’aver ricevuto una buona notizia.

I disequilibri del Cuore, come per tutti gli altri, devono essere sempre ben compresi perché non sempre è possibile usare la moxa. Nel caso in cui ci fossero palpitazioni, vertigini, insonnia, sonno disturbato da sogni, scarsa memoria, ansia, tendenza a spaventarsi facilmente accompagnati da pallore (tutti indici di un Deficit di Sangue del Cuore), è possibile utilizzare la moxa per tonificare il punto PC6:

PC6

Lo si trova sulla parte mediale dell’avambraccio, tra i tendini dei muscoli palmare lungo e flessore radiale del carpo.

Questo punto ha un forte effetto calmante e può essere usato per l’asia causata da qualsiasi sindrome del Cuore, favorisce il sonno ed è molto efficace nelle donne che soffrono di depressione premestruale e irritabilità.  Utile anche per regolare mestruazioni dolorose o irregolari. Questo punto, oltre ad agire sul Cuore e sul Fegato, agisce anche sullo Stomaco ed è utile anche in caso di rigurgiti acidi e singhiozzo.

Comments (0)