What!? Antropologia e Naturopatia!? Sex&Gender: dolore al collo e dolore al ginocchio.

What!? Antropologia e Naturopatia!? Sex&Gender: dolore al collo e dolore al ginocchio.

Come può l’Antropologia Culturale entrare in sinergia con la Naturopatia e viceversa? Ebbene, non sono due ambiti così distanti tra loro, anzi, spesso è la nostra “interpretazione” e sottomissione a sistemi culturali che può provocare mal-essere e sintomi indesiderati.

Ho pensato di scrivere questo articolo prendendo come esempio la differenza tra sesso e genere sottolineando come il vivere queste due accezioni in modo “fastidioso” possa provocare alcune sintomatologie.

Cos’è il sesso? Il sesso è una faccenda biologica, ha a che vedere con i nostri cromosomi (XX, XY), con la forma del nostro corpo e con le nostre funzionalità corporee. Il sesso femminile ha un utero per accogliere la vita ma senza lo spermatozoo del sesso maschile che feconda l’ovulo del sesso femminile, l’utero non servirebbe a nulla.

Cos’è il genere? Il genere è una faccenda culturale. E’ l’aspettativa di come si dovrebbe comportare il nostro sesso in un determinata società. Rappresenta l’aspettativa culturale che si ha verso il proprio e altrui sesso. In tante culture, anche italiana, culturalmente, ci si aspetta che la donna si prenda cura dei figli e della casa mentre dall’uomo che sostenga economicamente la famiglia. La dolcezza, l’intimità e l’accoglienza sono caratteristiche, culturalmente, tipiche del genere femminile (l’emotività) mentre la forza, la resistenza, l’inespressività emotiva sono caratteristiche, culturalmente, tipiche del genere maschile (la razionalità).

Ma cosa succede quando anche un uomo ha bisogno di piangere, di dare libero sfogo alle proprie emozioni ma, fin da bambino, gli viene detto che i maschietti non devono piangere ma sopportare ed essere forti? Dal maschio ci si aspetta che giochi con macchine e pistole giocattolo. Ricoprendo e restando ligi ad un ruolo culturale, sociale e di genere, ho notato che spesso gli uomini accusano dolore al collo. Il senso di schiavitù (gli schiavi venivano portati legando le catene al collo) rispetto al loro ruolo sesso-genere può provocare torcicolli, dolore a piegare il collo e la testa (sede invece della razionalità, della lucidità e del comando). Questa battaglia interiore tra il divieto, nell’immaginario maschile, di esprimere le proprie emozioni e l’adesione ad un ruolo forte e virile (finto) creano frizione tra ciò che siamo e ciò che realmente stiamo facendo producendo un sintomo, in questo caso, il dolore al collo.

Ma cosa succede quando una donna non desidera “mettere” su famiglia ma vive quotidianamente il giudizio e le pressioni di parenti e famigliari che la vogliono vedere mamma e moglie amorevole? Dalla femmina ci si aspetta che giochi con bambole e dolce forno. Ricoprendo e restando ligi ad un ruolo culturale, sociale e di genere, ho notato che spesso le donne accusano dolore alle ginocchia. Il ginocchio è colui che ci permette di andare avanti ma ci ricorda anche che per progredire, a volte, bisogna piegarsi ad un’autorità (inginocchiarsi, “onorare il padre e la madre”), i genitori, che, in questo caso, vorrebbero vedere la figlia felicemente sposata. Qui, il dolore al ginocchio, potrebbe simboleggiare la sottomissione della propria indole all’autorità genitoriale.

C’è un profondo intreccio tra sintomo e cultura. Molto più radicato di quello che possa sembrare.

About Author